Il premio Columbus, voluto nel 1982 da Enzo Ferroni, allora presidente del Rotary club Firenze Est, Magnifico Rettore e ordinario di Chimica fisica nell'Università di Firenze, per dare nuova vita a un'analoga manifestazione cittadina nata nel 1948 sulle macerie ancora visibili della seconda Guerra mondiale - e cessata nel 1976 -, ricorda quel giorno del 12 ottobre 1492, in cui il grande navigatore genovese sbarcò sul suolo americano segnando una data fatidica nella storia del mondo ed estendendo a un nuovo continente i confini di una civiltà dell’ingegno, della cultura e dell’arte a cui l’Italia, e in particolare Firenze, avevano dato il massimo contributo. Una data che gli Stati Uniti d’America festeggiano ogni anno in ricordo della loro mai dimenticata filiazione da una composita patria europea.

In tale occasione, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, il Rotary club Firenze Est, alla presenza delle massime autorità cittadine, del Console degli Stati Uniti, del Presidente del Distretto Rotariano 2070 e di un folto pubblico, dopo una commemorazione storica collegata a quello storico evento, affidata ogni anno a un oratore di chiara fama, assegna, su designazione di un'apposita giuria composta da cittadini illustri, un riconoscimento simbolico a esponenti della cultura, dell'arte, dell'industria e dello sport che si siano particolarmente segnalati nelle rispettive discipline.